14 Gennaio – ROMA – 78°N Cronache dal Polo Nord | Mostra fotografica

ore 18.00

Sinestetica expo | Viale Tirreno, 70, 00141 Roma RM

Sinestetica ospiterà il lavoro del giovane architetto Andrea D’Urzo che esplora l’architettura limite del Circolo Polare Artico attraverso 19 fotografie, un diario di viaggio e disegni alla scoperta di uno dei posti più estremi del mondo: le isole Svalbard.

 

L’Arcipelago delle Svalbard e Longyearbyen, fin dalla loro scoperta nel 1596, sono stati ritenuti principalmente un luogo votato allo sfruttamento di risorse. La ricerca di queste ultime, che continua tutt’oggi, si trasforma in ricerca scientifica in numerosi campi: geologia, geofisica, biologia e tecnologia su tutti. Pyramiden è l’ultimo avamposto russo all’interno dell’arcipelago. Fino a settanta anni fa una prospera miniera sfruttata dall’URSS, oggi rappresenta una ghost town la cui sopravvivenza è legata a sognanti programmi turistici di esotica nostalgia.

Spronato da qualche suggestione letteraria e filosofica ben selezionata fra Verne, von Humboldt, Thoreau, Chatwin, Krakauer, Andrea parte verso nord, alla ricerca di un’architettura-limite, che dialoghi con l’utopia e che espliciti e contestualmente estremizzi il carattere rude, certamente ostile, di questo luogo. La mostra ospitata da Sinestetica, intende mettere in relazione metaforica viaggio e progetto, esplorazione del mondo e indagine formale, presentando tre percorsi paralleli che procedono attraverso differenti linguaggi: fotografico, verbale e grafico.

La mostra si compone di 19 fotografie di cui sette a colori sul paesaggio e il rapporto con gli edifici delle isole Svalbard, sette bn sull’architettura di Longyearbyen ePyramiden a carattere di archeologia industriale e cinque a colori più grandi espressamente paesaggistiche. Saranno parte dell’esposizione anche quattro tavole e il modello relativi al lavoro di tesi sull’argomento.

Artista

Andrea D’Urzo nasce a Torre del Greco, Napoli, nel maggio del 1991. Fin da piccolo si allena nell’arte della curiosità e padroneggia la pratica dell’esasperazione altrui. Distrattamente diplomato, si laurea con maggiore attenzione nel luglio 2017 in Architettura presso l’Università Sapienza di Roma con Dina Nencini, correlato da Stefano Catucci. Durante gli studi scopre la fotografia come metodologia di indagine e piattaforma narrativa. Ci si dedica con lodevole e romantico impegno solamente quando ne ha voglia.

 

Durante l’evento, il bancone di Sinestetica sarà felice di prepararvi Spritz e cocktail di ogni genere

Ingresso Libero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...