FIRENZE – La stanza segreta di Michelangelo aprirà al pubblico dal 2020

 Per tre mesi Michelangelo Buonarroti visse in una stanza segreta nelle Cappelle medicee di Firenze per sfuggire alla vendetta dei Medici in esilio dopo il suo tradimento in favore dei ribelli della rivolta popolare che li aveva spodestati. E in quella stanza segreta da cui si accedeva da una botola nella Basilica di San Lorenzo, Michelangelo riempì la sua solitudine disegnando a carboncino le sue riflessioni su vecchi lavori, su quelli che stava facendo come la Sacrestia Nuova con le Cappelle Medicee e iniziando a concepire quelli che avrebbe voluto fare una volta sopravvissuto a quei drammatici mesi. Un tesoro nascosto, scoperto nel 1975 quasi per caso e che ora la direttrice del Museo del Bargello Paola D’Agostino, da cui dipendono le Cappelle, ha intenzione di aprire al pubblico a partire dal 2020.

Per anni quei graffiti sono stati riservati agli studiosi, poi nel 2013 l’interno della stanza è stato reso visibile attraverso un percorso monografico interattivo. Servendosi delle moderne tecnologie, è stato possibile ammirare l’interno della stanza sfogliando immagini e videoclip sul touchscreen, senza quindi potervi accedere.

Ph: LA STANZA SEGRETA DI MICHELANGELO 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...