22 Settembre – GENOVA – Piazza del vento di OBR Paolo Brescia e Tommaso Principi

Ha inaugurato il 22 settembre a Genova, il progetto tra Arte urbana e Architettura Piazza del vento palcoscenico per due installazioni “Melodie Mediterranee” e “A.mare” che prendono vita attraverso gli elementi naturali del mare e del vento .

La Piazza del Vento è un nuovo intervento, leggero e sensoriale, che ha preso
forma sul waterfront di Genova stabilendo una nuova relazione tra la città e il mare.
Il progetto nasce da un’ispirazione di Renzo Piano, come contributo offerto al
Salone Nautico e alla città di Genova.

Lo studio d’architettura OBR di Paolo Brescia e Tommaso Principi, ha ideato il progetto per la 57° edizione del Salone Nautico di Genova

“un’installazione multisensoriale
collettiva nata per un evento temporaneo che diventa un’opera pubblica permanente”

Il progetto si compone di 57 alberi in legno di cedro rosso e acciaio bianco di 12 metri di altezza che ospitano altalene doppie ombreggiate da grandi fiocchi in Dacron realizzati inserendo il materiale all’interno di sartie in tessile mentre sulla sommità dei lunghi alberi sono installati dei segnavento realizzati con tessuti di spinnaker colorati  che danno evidenza della direzione e dell’intensità del vento.

Il connubio tra Arte e Architettura avviene attraverso due installazioni.

L’istallazione musicale “Melodie Mediterranee” nasce dalla collaborazione tra Enter Studio, matteo Orlandi e Roberto Pugliese e si compone di un sistema di  19 canne d’ottone di diversa lunghezza, disposte seguendo un preciso schema spaziale tra gli alberi  in grado di catturare il vento e riprodurre melodie della “scala musicale mediterranea”.

Il vento rappresenta l’energia attraverso la quale fin dall’antichità i popoli, solcando
il mare nostrum, hanno esplorato e stabilito commerci con nuove terre, creando
connessioni linguistiche, culturali e anche musicali, tanto che si può forse dire che il
Mediterraneo ha un suono proprio.

Durante lo svolgimento del Salone Nautico il pubblico è diventato protagonista dell’opera A.Mare dell’artista ivan (Ivan Tresoldi) che con il suo gruppo Artkademy ha realizzato una performace in cui la sua scaglia
poetica “chi getta semi al vento farà fiorire il cielo”, che dal 2003 fa delle strade
d’Italia il proprio foglio, viene qui presentata in una innovativa modalità espressiva:
l’anamorfismo incontra la poesia, nella creazione di un ambiente artistico inclusivo
e di un’atmosfera poetica che fa del vento il suo soggetto.

PIAZZA DEL VENTO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...