13 – 18 Settembre – Re-drawing the theory \ Re-drawing the house

Oggi si riprende a discutere sulla necessità di riportare in auge un discorso teorico all’interno del dibattito architettonico. Viene vista come una necessità per ricollocare l architetto al centro di alcune questioni, in un’epoca di grandi urgenze e trasformazioni della vita urbana e rurale che va dalla grande scala della città all’ambiente domestico. Nei periodi storici molto complessi abbiamo spesso visto l’architetto rifugiarsi sulla carta, utilizzando proprio il disegno come mezzo per veicolare concetti e costruire un’ossatura teorica alla pratica nuova, inedita. Può oggi il disegno riportarci a ragionare sul potenziale teorico ed ideologico dell’architettura? Se per il Movimento Moderno la casa è stato il tema progettuale centrale per immaginare una società nuova, può oggi il concentrarsi nuovamente sulla casa essere un elemento che porti la professione ad evolversi oggi? Mentre forti cambi sociali e tecnologici stanno alterando il nostro modo di guardare alla vita domestica il progetto della casa rimane lo stesso. In un’era di grandissima apertura e dove sembra che tutto debba essere condiviso nel data rush o diventare Smart nel mania tecno-feticista, la casa sembra essere rimasta l’ultimo e unico spazio di fuga, dove nascondersi.
Il progetto vuole guardare alla casa come ultima isola deserta, in cui dare vita a micro utopie alla scala del divano. Riprende e guarda alla casa come unico spazio di libertà tra quattro mura, in cui poter dare vita alla propria utopia.

UN PREMIO, UNA MOSTRA E UNA PUBBLICAZIONE

Per il 57° Premio Bugatti Segantini sono invitati giovani architetti, designer e artisti a riflettere sul tema.
Nella mostra che si terrà a Settembre negli spazi di Villa Vertua saranno presenti i risultati del concorso di disegno, a cura di Davide Tommaso Ferrando e Daniel Tudor Munteanu, nella quale i partecipanti sono stati invitati a trasfigurare se stessi e il mondo da loro immaginato all’interno della loro visione di casa. Una selezione di disegni verrà messa in mostra e verrà decretato e premiato il vincitore da una giuria scelta composta da Fala Atelier, Aristide Antonas e Carmelo Baglivo. Saranno in mostra nelle sale della villa gli interventi di Raumplan + Ganko, Fosbury Architecture, Over Habitat e Parasite 2.0 che interpreteranno il tema secondo il loro approccio progettuale. La mostra è accompagnata da una pubblicazione contenente una raccolta di saggi realizzati dai gruppi in mostra e i risultati del concorso di disegno.

Progetto Curato da Parasite 2.0 

Con

Fosbury Architecture
Raumplan + Ganko
Davide Tommaso Ferrando
Daniel Tudor Munteanu
Over Habitat

un progetto speciale della 57° edizione del Premio Internazionale Bice Bugatti-Giovanni Segantini con Bice Bugatti Club e Libera Accademia di Pittura di Nova Milanese.

DETTAGLI

Inaugurazione: Martedì 13 Settembre, 2016 

Ore 18.00 

Villa Vertua Masolo, Milano

per visite mostra:
14-15-16 su prenotazione
Sabato 17 dalle 15.00 alle 18.00
Domenica 18 dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...